Serrature

A differrenza della chiave, la serratura è vincolata a uno spazio perchè componente solidale di un forziere, di un portone o di altra struttura. Nonostante la distanza che spesso separa serratura e chiave, quando si osserva l’una è inevitabile correre con il pensiero all’altra.
Effettivamente, gli artigiani che costruirono nel tempo questi capolavori, hanno lavorato con una ben precisa intenzione: rendere serrature e chiavi reciprocamente funzionali, coniugandole sul piano tecnico e anche su quello decorativo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non diversamente da quanto accaduto per le chiavi quindi, la storia dei congegni di chiusura si snoda tra due binari: da un lato quello dell’avanzamento tecnologico, che ha permesso di realizzare meccanismi sofisticati ed efficienti, dall’altro quello del miglioramento estetico dei manufatti, nel tentativo di definire un ornato sempre più ricco e gradevole.
Prima dell’età contemporanea, il meccanismo di chiusura non doveva essere solo forte e sicuro, ma doveva anche soddisfare il piacere dell’occhio.

GALLERY

1 – Serratura gotico tedesca con guida-chiave – XV secolo d.C.
2 – Serratura francese a “vertevelle” con entrata orizzontale della chiave – XIV secolo d.C.
3- Serratura francese capo d’opera di tipologia gotica a impianto architettonico –  XIV-XV secolo d.C.
4- Serratura francese con meccanismo a nove catenacci su due piani – XVII secolo d.C.
5- Serratura tardo gotica tedesca a cinque catenacci – XVI secolo d.C.
6- Serratura tedesca tardo gotica con guida-chiave – XV secolo d.C.
7- Serratura condispositivo a pistola e suoneria siglata e datata 1824
8- Piastra di serratura romana con linguetta – II-IV secolo d.C.
9- Prestigiosa serratura da forziere a catenacci multipli con cartigli indicanti il costruttore e data di realizzazione  – 1797

Lucchetti

Anche alcuni lucchetti appartengono alla Collezione Clavis e meritatamente vengono inseriti in questa sezione perchè svolgono un’azione di “chiusura”, similare a quella di una serratura.
Vari sono i modelli, di area italiana o germanica ma anche provenienti da lontani paesi dell’Asia e dell’Africa.

Questo slideshow richiede JavaScript.